Navigation

USA, abbiamo prove dei crimini di Assad

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2011 - 21:48
(Keystone-ATS)

Gli Stati Uniti sono in possesso di prove di "crimini" che sono stati commessi dal regime siriano e sono pronti ad aumentare la pressione sul presidente Bashar al Assad con nuove misure oltre a quelle annunciate oggi.

Lo ha detto l'ambasciatore Usa alle Nazioni Unite, Susan Rice. "Abbiamo prove che dei crimini sono stati commessi, e siamo pronti a condividerle con chiunque", ha detto la Rice, senza però precisare la natura dei "crimini" che sarebbero stati commessi.

Scambiando alcune battute con i giornalisti all'Onu prima dell'inizio di una riunione del Consiglio di Sicurezza, la diplomatica ha spiegato che gli Usa "hanno intenzione di intensificare la pressione tanto da parte nostra, attraverso nuove sanzioni, quanto con misure prese d'intesa con i nostri alleati".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?