Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Casa Bianca e i leader del Congresso hanno raggiunto un accordo preliminare sulla legge di bilancio che prevede l'innalzamento del tetto del debito, evitando così un possibile default degli Stati Uniti.

L'accordo prevede la sospensione del tetto del debito fino a marzo 2017 e aumenta le spese di 80 miliardi di dollari fino al settembre 2017. Se approvato dal Congresso, sarà uno degli ultimi atti dello speaker della Camera John Boehner.

La Camera voterà l'accordo domani. "Non è perfetto ma è un'intesa buona, la migliore possibile" afferma Boehner, sottolineando di aver voluto "pulire" e raggiungere un accordo prima della nomina del suo sostituto, molto probabilmente Paul Ryan. "Non volevo che si sporcasse subito le mani, ho fatto del mio meglio per pulire la situazione".

L'accordo preliminare alza il tetto del debito a 18.100 miliardi di dollari e aumenta le spese di 80 miliardi di dollari su due anni, escluso l'aumento di 32 miliardi di dollari di fondi di guerra di emergenza.

"L'intesa raggiunta centra" gli obiettivi chiave del presidente americano, Barack Obama: "limita dannosi tagli alla spesa, e lo fa sia per sul budget della difesa sia su quello della non difesa" afferma la Casa Bianca, sottolineando che l'accordo "riflette i nostri valori. È un compromesso ma è promettente il fatto che repubblicani e democratici siano riusciti a raggiungere un'intesa forte in grado di spezzare il ciclo di un processo decisionale basato solo sulla crisi e l'emergenza".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS