Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Pirati informatici del Syrian Electronic Army (Sea), un gruppo filo-Assad, hanno rivendicato di aver "hackerato" l'account Twitter del presidente Barack Obama, che effettivamente per un breve periodo di tempo conteneva un link sul conflitto siriano.

In particolare, un tweet che doveva aprire un collegamento ad un articolo sul sito web del "Washington Post", conduceva invece ad un video su YouTube sul terrorismo in Siria, riferisce Cnbc, notando che ora l'account @BarackObama funziona regolarmente. Negli ultimi mesi, il Sea ha rivendicato intrusioni informatiche in molti siti web Usa, tra cui quelli del "New York Times", della Associated Press e del "Washington Post". Il mese scorso, ha anche rivendicato un attacco al sito web dei Marines.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS