Navigation

Usa: accuse sessismo a De Niro, per legale attore assurde

Accuse di sessismo per l'attore Robert De Niro (foto d'archivio) KEYSTONE/AP Invision/MICHAEL ZORN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 ottobre 2019 - 18:54
(Keystone-ATS)

"Niente altro che assurde". Liquida così Tom Harvey, legale dell'attore Robert De Niro, le accuse di sessismo nei confronti del suo assistito da parte di Graham Chase Robinson, ex dipendente alla Canal Productions.

La Robinson sostiene che l'attore ha creato un ambiente di lavoro ostile alle donne usando un linguaggio sessista e rivolgendosi loro con appellativi offensivi.

A sua volta, lo scorso agosto De Niro aveva fatto causa alla sua ex dipendente chiedendole sei milioni di danni per aver presumibilmente sottratto soldi alla società con un'appropriazione indebita e per aver guardato Friends su Netflix durante l'orario di lavoro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.