Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mentre intrusi cercano di violare l'area di sicurezza intorno a piste e aerei, l'autorità americana per la sicurezza aeroportuale TSA (Transportation security administration) non fa abbastanza per aiutare gli scali a individuare le loro vulnerabilità.

Lo rivela un rapporto governativo secondo cui, in tre anni, nei 440 aeroporti degli Stati Uniti, si sono verificati oltre 2500 incidenti in cui è stata messa a rischio la sicurezza. Le violazioni variano: recinzioni saltate per arrivare agli aerei, passeggeri e dipendenti distratti che lasciano incustoditi i loro tesserini.

L'indagine governativa segue di qualche giorno le rivelazioni dell'agenzia di stampa Associated Press che, tenendo in considerazione i 31 principali aeroporti del Paese, è giunta alla conclusione che le violazioni alla sicurezza accadono con la stessa frequenza nonostante gli sforzi delle autorità di potenziare le misure.

Alcuni aeroporti si sono giustificati dicendo che nessuno degli incidenti è stato di carattere terroristico. Altri, invece, hanno persino cercato di occultare le informazioni sulle violazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS