Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - I tre sospetti terroristi arrestati oggi in Norvegia sono collegati ai piani per colpire la metropolitana di New York e quella di Londra, sventati nel 2009. Lo ha detto la polizia norvegese nella conferenza stampa di oggi, citata dalla tv americana Cbs.(ANSA).
I tre uomini, un norvegese di origine uighure di 39 anni, un iracheno di 37 e un uzbeko in possesso di un regolare permesso di soggiorno in Norvegia (31 anni), erano controllati dalla polizia USA e norvegese già da un anno. Secondo gli inquirenti, stavano organizzando un attentato simile a quello sventato nella metropolitana di New York e ai piani per colpire la metro di Londra.
La polizia ha spiegato che non è ancora chiaro se i tre avessero designato un obiettivo per gli attacchi, ma stavano cercando di costruire delle bombe artigianali a base di perossido, le stesse pensate anche per gli attacchi di New York e Londra.
Secondo le autorità, la mente dell'attacco in Norvegia sarebbe Salah al-Somali, ex capo delle operazioni esterne di Al Qaida, responsabile di progettare attacchi in tutto il mondo, ucciso da un drone Cia l'anno scorso. Secondo la giustizia USA, era l'architetto dei piani per colpire la metro di New York.
La polizia norvegese ha precisato di aver affrettato gli arresti dopo aver saputo che la stampa internazionale aveva intenzione di rendere pubblica l'indagine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS