Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una Corte d'appello federale di New York ha oggi confermato la condanna a 25 anni di carcere inflitta nell'aprile del 2012 a Victor Bout, un trafficante d'armi russo ed ex ufficiale dell'Armata Rossa, noto anche come 'Il mercante della morte'.

Pronta la reazione di Mosca che tramite il rappresentante del ministero degli esteri per i diritti umani, Konstantin Dolgov, ha espresso "profonda delusione" e ha affermato che "il caso giudiziario di Bout è stato "assolutamente ingiusto e politicizzato dall'inizio alla fine". Bout è stato ritenuto colpevole di aver venduto armi alle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) che avevano lo scopo di colpire cittadini Usa.

Dopo essere stato catturato in Thailandia nell'ambito di una grande operazione di polizia guidata dalla americana Drug Enforcement Agency (Dea), Bout è stato estradato negli Usa nel 2008. È anche sospettato di aver fornito armi ai talebani e ai terroristi di Al Qaida. Inoltre, nel 2000 un rapporto delle Nazioni Unite lo ha citato come "un elemento fortemente legato alla criminalità organizzata russa".

La sua storia, nel 2005, ha ispirato il protagonista del film 'Lord of War', interpretato da Nicolas Cage.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS