Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Il Congresso degli Stati Uniti ha approvato oggi nuove sanzioni unilaterali nei confronti dell'Iran per il suo programma nucleare. Dopo che il Senato aveva approvato la misura nel pomeriggio, in serata e' arrivato anche il voto favorevole della Camera. La misura attende ora la firma del presidente, Baracj Obama, per tradursi in legge.
Il testo approvato a larga maggioranza, potrebbe avere effetti non solo nei confronti dell'Iran, ma anche nei confronti di soggetti che hanno rapporti d'affari con la Repubblica Islamica nel settore dell'energia o sul piano finanziario.
La legge, proposta dai parlamentari democratici Chris Dodd e Howard Berman, prevede misure che potrebbero avere effetto sia sugli istituti finanziari che hanno rapporti con le piu' importanti banche iraniane, sia su quelle societa' straniere che vendono prodotti ottenuti da petrolio raffinato iraniano, o sostengono raffinerie in Iran. A questi soggetti verra' vietato l'ingresso nel sistema finanziario americano.

SDA-ATS