Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue la crociata contro il fumo del sindaco di New York Bill de Blasio.

KEYSTONE/AP/MARK LENNIHAN

(sda-ats)

Il sindaco di New York, Bill de Blasio, segue le orme salutiste del predecessore Michael Bloomberg e prosegue la sua crociata contro il fumo.

Il primo cittadino punta a portare il numero dei fumatori nella Grande Mela al livello più basso di sempre entro il 2020 e per farlo ha promesso il suo sostegno ad una serie di misure per ridurre l'uso del tabacco. In primis aumentando il costo di un pacchetto di sigarette da 10,50 a 13 dollari.

Se la norma verrà approvata, New York diventerà il luogo più caro degli Usa dove comprare le sigarette. L'obiettivo è persuadere 160 mila dei 900 mila fumatori della città a smettere entro i prossimi tre anni.

Tra i provvedimenti si parla anche di ridurre il numero di permessi per i rivenditori da 9000 a 6000 in dieci anni, oltre all'aumento dei prezzi di sigari e tabacco. Secondo i funzionari di City Hall, circa 12'000 newyorkesi all'anno muoiono per malattie legate al fumo.

Nel 2002, quando Bloomberg ha dato il via alla campagna anti-fumo, il 21,5% dei newyorkesi fumava, percentuale scesa al 14,5% nel 2012, dopo le misure per vietare le sigarette in locali, ristoranti, parchi e spiagge.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS