Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'"Azienda America" gode di buona salute.

KEYSTONE/AP/KEITH SRAKOCIC

(sda-ats)

Il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti cala ai minimi dal 1969, al 3,7%, mostrando la forza della ripresa americana in corso e rafforzando le attese per ulteriori rialzi graduali dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

Esulta il presidente Donald Trump, che legge nel calo il successo delle sue politiche e intravede la possibilità di un'ulteriore flessione della disoccupazione. Wall Street è invece fredda: dopo un avvio debole i listini americani ripiegano in deciso ribasso, complice il nuovo balzo dei rendimenti sui Treasury e l'ondata di vendite sui tecnologici.

Una nota positiva arriva anche dai salari, in aumento del 2,8%. Stabile al 62,7% il tasso di partecipazione alla forza lavoro. La disoccupazione è scesa al 3,7% dal 3,9% di agosto, crollando ai minimi dal 1969: allora l'economia americana era trainata dall'industria manifatturiera con un terzo dei posti nel settore, alla Casa Bianca c'era Richard Nixon, l'uomo era da poco sbarcato sulla Luna e c'era la guerra in Vietnam.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS