Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex dirigente di UBS Hansruedi Schumacher si è dichiarato colpevole negli Stati Uniti di aver aiutato due contribuenti americani a frodare il fisco per un ammontare di 7 milioni di dollari. Concordata una pena di 5 anni con la condizionale.

L'uomo, ex direttore delle operazioni transfrontaliere in America del Nord, rischiava una condanna al carcere da scontare. La sua difesa chiederà inoltre alla giustizia delle Florida una multa di 150 mila dollari, mentre la somma prevista in questi casi dalla legge è di 250 mila dollari. Lo ha indicato oggi all'ats il legale dell'uomo, Peter Raben, confermando una notizia della "Tribune de Genève".

Lo Stato americano e la difesa di Schumacher hanno quindi trovato un terreno di intesa. La data del verdetto non è ancora nota, ha aggiunto il legale.

In funzione fino al 2002 presso UBS negli USA, Schumacher era stato testimone in occasione del processo a carico dell'ex numero tre di UBS, Raoul Weil, nell'ottobre 2014, durante il quale aveva affermato sotto giuramento che i vertici della banca erano a conoscenza del fatto che parte dei clienti statunitensi non pagavano le imposte. Weil era tuttavia stato assolto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS