Navigation

USA: FBI ottenne tabulati con falsa scusa emergenze terrorismo

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 gennaio 2010 - 11:01
(Keystone-ATS)

WASHINGTON - L'FBI ha raccolto più di 2000 tabulati di telefonate negli Stati Uniti dal 2002 al 2006 invocando emergenze terrorismo che non esistevano o persuadendo le compagnie telefoniche a fornirli. Lo ha scritto il Washington Post.
Il Washington Post dice di aver ottenuto email che mostrerebbero come funzionari dell'antiterrorismo non avrebbero seguito le procedure mirate a proteggere le libertà civili.
Funzionari dell'FBI hanno confermato al quotidiano che un rapporto dell'ispettore generale del Dipartimento della Giustizia, atteso per questo mese, dovrebbe concludere che l'agenzia ha frequentemente violato la legge con le sue richieste di emergenza.
"Questa pratica è cessata nel 2006 e non ha mai riguardato il contenuto di conversazioni telefoniche - ha detto il portavoce dell'FBI Michael Kortan -. Inoltre, sono stati adottati provvedimenti per garantire che simili situazioni non si ripetano in futuro".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.