Navigation

USA: FHFA fa causa a 17 banche per mutui e perdite Fannie-Freddie

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2011 - 10:22
(Keystone-ATS)

Gli Stati Uniti fanno causa a 17 banche: hanno causato miliardi di dollari di perdite a Fannie Mae e Freddie Mac, alle quali hanno venduto titoli legati ai mutui non rispettando la legge che impone una preventiva analisi approfondita dei prodotti da vendere.

La Federal Housing Finance Agency (FHFA), l'agenzia che controlla Fannie Mae e Freddie Mac, cerca con l'azione legale di recuperare miliardi di dollari: i bond legati ai mutui hanno causato ai due colossi del credito ipotecario americano 41 miliardi di dollari di perdite.

La maxi-causa mette a rischio i conti delle banche nel terzo trimestre. La pressione è alta soprattutto su Bank of America, una delle 17 citate, per la quale il mercato già teme una mancanza di capitale. Nel mirino della FHFA ci sono, fra le altre, Citigroup, JPMorgan, Goldman Sachs, Deutsche Bank, General Electric, UBS, Credit Suisse, HSBC.

Il salvataggio di Fannie Mae e Freddie Mac è costato ai contribuenti americani 153 miliardi di dollari, ma il conto potrebbe salire a 363 miliardi di dollari entro il 2013.

Fannie Mae e Freddie Mac sono i due colossi del credito ipotecario statunitense nazionalizzati con la crisi e che controllano o garantiscono oltre la metà dei mutui americani, ovvero 31 milioni di mutui ipotecari per un valore di oltre 5.000 miliardi di dollari. L'azione legale mostra come l'amministrazione Obama, che punta ad assicurare che gli Stati Uniti non sperimentino una seconda recessione e che il sistema bancario resti solido, sia divisa, con il Tesoro e la FHFA non sulla stessa linea. Nell'azione legale la FHFA punta a mettere in evidenza come le banche non abbiano eseguito la "due diligence" prevista dalla legge, non accertando che i redditi dei mutuatari erano gonfiati o falsificati.

Gli investitori privati di titoli legati ai mutui stanno già portando avanti la loro battaglia nei confronti delle banche per recuperare le perdite, ma lo sforzo della FHFA rappresenta un "nuovo capitolo" nella battaglia che preoccupa il mercato, e che fa prevedere un conto salato. L'azione legale sarà avanzata nelle prossime ore perché mercoledì scade il termine dei tre anni per presentare i reclami. Mercoledì sono tre anni dal salvataggio di Fannie Mae e Freddie Mac.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?