Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'agenzia di valutazione Fitch ha confermato la tripla A agli Stati Uniti, lasciando negativa la prospettiva, con l'economia che è minacciata - sostiene l'agenzia - dall'incapacità di raggiungere un accordo sulle misure di correzione del deficit.

Negli Stati Uniti "l'incertezza sul futuro del sistema fiscale e sulle politiche di spesa pesano sulle prospettive economiche di breve termine", si legge nel comunicato di Fitch, in cui si ricorda come la prospettiva negativa dà ora all'agenzia dai 12 ai 18 mesi di tempo per decidere se confermare o meno l'attuale valutazione.

"Fitch non prevede di rivedere la prospettiva negativa prima della fine del 2013", prosegue la nota, in cui si sottolinea come la crescita dell'economia americana dovrebbe attestarsi sul 2,6% nel 2013, con un tasso di disoccupazione che per allora dovrebbe scendere sotto l'8%.

Risale a circa un anno fa la storica decisione del colosso delle valutazioni, Standard&Poor's, che tagliò per la prima volta la nota degli Usa, trasformando la tripla A in un AA+. Moody's, l'altro gigante delle valutazioni, ha invece mantenuto i massimi voti: ma, come nel caso della altre due agenzie, la prospettiva è negativa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS