Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Il pesante deficit di bilancio negli Stati Uniti, esploso sotto l'amministrazione Bush, mette a repentaglio l'economia americana e deve essere ridotto una volta che il Paese si sia ripreso dalla peggiore recessione dai tempi della Grande Depressione.
"Ogni americano è consapevole che il nostro deficit è troppo alto e che se non viene riportato sotto controllo può diventare una minaccia per il futuro economico del Paese", ha detto il Segretario al Tesoro Usa, Timothy Geithner, durante un'audizione davanti alla Commissione Finanze del Senato.
Il segretario al Tesoro ha poi affermato che il deficit di bilancio degli Stati Uniti è esploso sotto la precedente amministrazione di George W.Bush. "Il giorno dell'insediamento del presidente Obama, il deficit si attestava a 1300 miliardi di dollari, pari al 9,2% del Pil, e i deficit previsti per i successivi 10 anni erano pari a 8000 miliardi di dollari. Queste cifre enormi sono il risultato della decisione della precedente amministrazione di attuare drastici tagli fiscali", ha detto Geithner. La recessione ha poi ampliato l'impatto sull'economia americana della politica di Bush.
Geithner ha detto che "non è troppo presto" per incominciare a studiare soluzioni per tagliare il deficit. Ma al tempo stesso gli Stati Uniti devono fare di più per spingere la crescita in modo da creare posti di lavoro. Gli USA devono trovare "il giusto equilibrio" tra spesa e disciplina finanziaria perché "se non riusciamo a raggiungere questo obiettivo corriamo il rischio di sprofondare di nuovo nella recessione, causando immensi danni alle famiglie americane e rendere ancora più difficile il nostro compito, che è quello di sistemare i conti dello Stato", quindi ha concluso dicendo che "pretendere tagli drastici alla spesa danneggerebbe la crescita economica".
Geithner ha detto che "non è troppo presto" per incominciare a studiare soluzioni per tagliare il deficit, ma "pretendere tagli drastici alla spesa danneggerebbe la crescita economica". Gli USA devono trovare "il giusto equilibrio" tra spesa e disciplina finanziaria perché "se non riusciamo a raggiungere questo obiettivo corriamo il rischio di sprofondare di nuovo nella recessione, causando immensi danni alle famiglie americane. "Il nostro compito è quello di sistemare i conti dello Stato", ha proseguito. Gli Stati Uniti devono quindi fare di più per spingere la crescita in modo da creare posti di lavoro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS