Navigation

Usa: impeachment, accuse di abuso di potere e ostruzione

In conferenza stampa a Washington sono stati annunciati gli articoli che saranno messi al voto per l'impeachment del presidente Usa Donald Trump KEYSTONE/AP/SUSAN WALSH sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 dicembre 2019 - 15:35
(Keystone-ATS)

Abuso di potere e ostruzione del Congresso sono i due "articoli" che saranno messi al voto per l'impeachment del presidente Usa Donald Trump nella vicenda dell'Ucrainagate: lo ha annunciato il presidente della commissione giustizia Jerrold Nadler.

Nadler sostiene che il presidente abbia messo se stesso davanti al paese minacciandone la sicurezza, corrompendo le elezioni e violando la costituzione. È la terza volta nella storia degli Usa che vengono proposti capi di imputazione per la messa in stato d'accusa del presidente.

L'annuncio è stato fatto in una conferenza stampa a Capitol Hill introdotta dalla speaker Nancy Pelosi, che ha parlato di un "giorno solenne" e ha ricordato il giuramento dei parlamentari di difendere la costituzione. Presenti anche i presidenti delle altre cinque commissioni della Camera che hanno partecipato all'indagine di impeachment, tra cui Adam Schiff (commissione intelligence), che ha ripercorso le fasi della vicenda.

Dalle indagini alla Camera su Trump sono emerse "prove schiaccianti e incontestabili, non ci ha lasciato altra scelta", ha detto Schiff, che ha coordinato le indagini dei dem. "Ha cercato aiuto dall'Ucraina per i suoi interessi personali, essere rieletto, e non per il bene del Paese. E la sua cattiva condotta continua ancora in questi giorni", ha aggiunto Schiff.

Dopo un dibattito interno non esente da contrasti, i democratici hanno quindi deciso di limitare le accuse all'Ucrainagate, rinunciando a contestare l'ostruzione della giustizia con gli episodi evidenziati nel rapporto Mueller sul Russiagate.

La speaker della Camera Nancy Pelosi, prima dell'annuncio, ha attaccato Trump su Twitter. "Il presidente Trump ha usato il potere del suo ruolo contro un Paese straniero per corrompere le nostre prossime elezioni. È una continua minaccia per la nostra democrazia e la nostra sicurezza nazionale", ha scritto.

La commissione Giustizia della Camera si riunirà entro la fine della settimana per votare gli articoli dell'impeachment contro Trump, ha annunciato Nadler. Poi ci sarà il voto alla Camera in sessione plenaria, probabilmente entro Natale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.