Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A causare un anno fa il disastro dell'aereo della Asiana Airlines che si è schiantato al suolo in fase di atterraggio all'aeroporto internazionale di San Francisco è stata una cattiva gestione della manovra da parte dei piloti, ha stabilito il National Transportation Safety Board, l'autorità Usa per la sicurezza del volo.

Ma il Ntsb, riferisce la Cnn, ha anche rilevato che l'addestramento dell'equipaggio e le complessità dei sistemi di volo del Boeing 777 e come vengono descritte nel manuale operativo hanno svolto un ruolo nell'incidente, in cui morirono tre persone e 187 altre rimasero ferite.

Nel rapporto finale il Ntsb afferma che i piloti sbagliarono la manovra di discesa verso l'aeroporto, realizzata senza l'aiuto degli strumenti di navigazione, mentre uno di loro aveva anche erroneamente disattivato un sistema che regola automaticamente la velocità.

Fatale fu anche il ritardo da parte dei piloti della decisione di abortire l'atterraggio, quando realizzarono che la velocità dell'aereo - che aveva 300 persone a bordo ed era in arrivo da Seul - non era sufficiente.

Si tratta di conclusioni che sono ampiamente in linea con le prime analisi fornite dopo l'incidente, avvenuto il 6 luglio dello scorso anno.

SDA-ATS