Navigation

Usa: incriminato ex agente della Cia, "spionaggio per la Cina"

Un ex agente della Cia è stato incriminato con l'accusa di spionaggio per conto della Cina (foto rappresentativa d'archivio) KEYSTONE/AP/Carolyn Kaster sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 agosto 2020 - 08:28
(Keystone-ATS)

Un ex agente della Cia è stato incriminato con l'accusa di spionaggio per conto della Cina. Lo ha reso noto il dipartimento di Giustizia statunitense.

Andrew Yuk Ching Ma, 67 anni, nato a Hong Kong ma naturalizzato americano, è accusato di aver passato ai servizi cinesi informazioni sensibili in cambio di soldi e regali. L'uomo aveva lavorato per la Cia dal 1982 al 1989 e successivamente anche per l'Fbi.

L'ex agente ha confermato nel 2019 "le sue attività di spionaggio a un agente dell'Fbi sotto copertura che credeva essere un funzionario" del servizio di intelligence cinese.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.