Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per la prima volta, il numero di cittadini statunitensi che si informano via internet ha superato quello dei lettori di giornali. Lo ha rilevato uno studio del Ponyter Institute, in base al quale nel settore dell'informazione gli investimenti pubblicitari su internet per la prima volta sono stati superiori a quelli fatti sulla stampa tradizionale: 25,8 miliardi di dollari per il web contro i 22,8 miliardi per la carta stampata.

Stando ai dati riferiti dal rapporto annuale sullo stato dei media, il 41% degli intervistati ha detto di attingere la maggior parte delle informazioni da Internet, contro il 31% che ha detto di farlo dai giornali. Tuttavia la fonte di informazione più diffusa e popolare negli Stati Uniti resta per gli americani la tv locale.

Gli introiti generati dalle notizie online sono cresciuti del 13,9% tra il 2009 e il 2010, toccando quota 25,8 miliardi di dollari, mentre la carta stampata ha perso il 46% di introiti pubblicitari negli ultimi quattro anni, totalizzando nel 2010 22,8 miliardi. Lo studio ha rilevato anche che sono stati una trentina i giornali che sono passati a modelli on line a pagamento, "ma solo l'1% dei loro utenti ha optato di pagare". Nello stesso tempo il 23% degli intervistati si sono detti disposti a pagare anche fino a cinque dollari per il loro quotidiano locale, mentre il 18% sarebbe disposto ad arrivare addirittura a dieci dollari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS