Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rod Rosenstein.

Keystone/AP/J. SCOTT APPLEWHITE

(sda-ats)

Il numero due del Dipartimento di Giustizia, Rod Rosenstein, è stato invitato a parlare in Senato in merito al licenziamento del direttore dell'FBI James Comey.

Lo ha concordato il leader della maggioranza repubblicana al Senato americano, Mitch McConnell, con il leader della minoranza democratica al Senato, Chuck Schumer.

Lo ha annunciato lo stesso Schumer in aula al Senato. Rosenstein non ha ancora risposto alla richiesta, ma fonti del Congresso ritengono che lo farà.

Rod Rosenstein ha firmato l'ormai noto memo consegnato al presidente Donald Trump contenente le valutazioni e le raccomandazioni del dipartimento di Giustizia per procedere con la rimozione di Comey, e che era stato indicato dalla Casa Bianca in una prima ricostruzione dei fatti, da cui Rosenstein emergeva quindi come il suggeritore del clamoroso licenziamento di Comey.

Trump in persona ha successivamente affermato di aver preso la decisione a prescindere da alcun consiglio. Rosenstein aveva reagito alla prima ricostruzione ribellandosi, aveva infatti minacciato le dimissioni rifiutando di essere usato come "capro espiatorio".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS