Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'attività terrorista nel mondo ha avuto un'impennata tra il 2013 e il 2014: il numero degli attacchi è salito da 10'000 a 13.500, e quello delle persone uccise da 18'000 a 33'000. Lo afferma il rapporto annuale sul terrorismo del Dipartimento di Stato americano.

Nel documento, riferisce la CNN, si nota anche che lo Stato islamico (Isis) sta diventando il gruppo più pericoloso, mentre nel 2014 è calata la minaccia posta da al Qaida.

Il rapporto, che sarà ufficialmente reso noto tra alcune ore, afferma - secondo quanto scrive la CNN che l'ha avuto in anticipo - che l'Isis ha di fatto soppiantato al Qaida come gruppo più pericoloso al mondo, grazie alla sua diffusione "senza precedenti", alla sua brutalità, nonché alla sua capacità di propaganda e di reclutare combattenti stranieri e ispirare lupi solitari.

Allo stesso tempo, il rapporto nota che il numero degli attacchi terroristici nel mondo è aumento nel 2014 del 35 per cento, anche se sono stati concentrati un un numero ridotto di Paesi. Il 60 per cento è stato messo a segno in cinque Paesi: Iraq, Pakistan, Afghanistan, India e Nigeria.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS