Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo 'shutdown' mostra il "lato brutto della politica di parte" a Washington: cosi la Nuova Cina esprime preoccupazione sugli effetti che la chiusura delle attività federali negli Stati Uniti per il mancato accordo sul budget al Congresso potrebbe avere sull'economia mondiale. In un editoriale l'agenzia di stato di Pechino scrive che "gli Stati Uniti, l'unica superpotenza mondiale, si sono lanciati per anni in un una politica di spesa irresponsabile".

Lo shutdown - continua Nuova Cina - potrebbe portare gli Usa a non adempiere ai suoi obblighi di debito. L'agenzia ricorda come nel 2011 un analogo conflitto portò ad un innalzamento del tetto del debito, in seguito al quale fu scongiurato il default, ma portò al declassamento da parte di Standard & Poors del rating del debito sovrano degli Stati Uniti.

"Visto l'ultimo fallimento politico, un replay del dramma dell'estate del 2011 sembra probabile, e ciò è certamente fonte di preoccupazione per gli investitori stranieri degli Stati Uniti", conclude l'agenzia. La Cina è il paese che detiene la quota maggiore del debito americano.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS