Navigation

Usa: Obama in Irlanda, arrivato a Moneygall, paese trisavolo

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 maggio 2011 - 16:53
(Keystone-ATS)

Il presidente americano Barack Obama, o come è stato ribattezzato dagli irlandesi "O'bama", è arrivato a Moneygall, piccola cittadina originaria di uno dei suoi trisavoli, Falmouth Kearney, emigrato negli Stati Uniti nel 1850 all'apice della grande carestia, durante la quale un milione di irlandesi è morto e un altro milione è emigrato per sfuggire alla crisi.

La giornata molto ventosa non ha impedito al presidente e alla first lady Michelle Obama di raggiungere Moneygall a bordo del Marine One. Michelle, rispetto all'arrivo in mattinata e agli incontri con il presidente e il primo ministro irlandese, si è cambiata d'abito, e ha preferito un impermeabile alla giacca nera.

A Moneygall le case che si affacciano sulla strada principale del paese sono state ritinteggiate per l'occasione, e la facciata di una delle abitazioni appare come la bandiera americana.

L'arrivo di Obama in Irlanda e le sue origini irlandesi sono ribadite dalla radio che puntualmente trasmette la canzone composta da un gruppo locale per la campagna elettorale 2008 che recita "O'Leary, O'Reilly, O'Hare e O'Hara non c'è più irlandese che Barack Obama". Bandierine americane sventolano fra il pubblico che si è accalcato sui lati della strada principale di Moneygall, dove il presidente potrebbe visitare la casa che era del suo trisavolo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?