Navigation

USA: Pil quarto trimestre +3,2%, sotto stime

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2011 - 15:09
(Keystone-ATS)

L'economia statunitense nel quarto trimestre è cresciuta ad un tasso annualizzato del 3,2% contro previsioni per un +3,5%, secondo la prima lettura comunicata dal Dipartimento del Commercio.

L'economia USA accelera negli ultimi tre mesi del 2010 sulla scia della più forte crescita dei consumi da oltre quattro anni a questa parte e su un rialzo consistente delle esportazioni a stelle e strisce.

Le vendite totali, al netto delle scorte, hanno visto nel quarto trimestre un aumento del 7,1%, segnando il rialzo maggiore dal 1984.

I consumi delle famiglie USA sono aumentati del 4,4%, il tasso più alto dal primo trimestre del 2006, contribuendo con tre punti percentuali alla crescita del Pil nel quarto trimestre 2010. Le esportazioni hanno contribuito con 3,4 punti percentuali all'espansione dell'economia americana negli ultimi tre mesi dell'anno scorso, si tratta del contributo maggiore alla crescita USA dal 1980.

Le scorte, invece, hanno sottratto 3,7 punti percentuali al Pil, essendo calate a 7,2 miliardi nel quarto trimestre da 121,4 miliardi del trimestre precedente, registrando la flessione maggiore dal 1988 come contributo alla crescita economica.

Per l'intero 2010 il Pil USA segna un rialzo del 2,9%, il più consistente da cinque anni a questa parte, dopo una contrazione del 2,6% nel 2009.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?