Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Un poliziotto di San José (California) è finito sotto inchiesta per avere ammanettato il ragazzo quindicenne di sua figlia dopo avere scoperto che i due avevano rapporti sessuali.
Il poliziotto si era recato nella casa del ragazzo affermando che doveva arrestarlo per aggressione sessuale. L'agente aveva ammanettato il ragazzo dicendogli che "si era messo nei pasticci" e che "in prigione sarebbe stato stuprato da altri detenuti".
La scena dell'arresto è stata ripresa con un telefonino dai genitori del ragazzo. Nel video si sente il poliziotto dire al quindicenne che l'avrebbe pagata cara "per avere avuto rapporti sessuali con la figlia quattordicenne di un poliziotto".
L'agente è stato denunciato dai genitori del ragazzo per "abuso di potere".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS