Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Le Poste americane puntano a un aumento dei prezzi dei francobolli a partire da gennaio per cercare di arginare le crescenti perdite. "Il servizio postale si trova ad affrontare reali rischi di insolvenza", spiega il vice presidente, Stephen M. Kearney, precisando che la società potrebbe chiudere il 2011 con un rosso di 7 miliardi di dollari.
Se invece il proposto aumento del prezzo dei francobolli di 2 cent a 46 cent entrasse in vigore da gennaio, il buco si potrebbe ridurre a 4,7 miliardi di dollari, in quanto il rincaro si tradurrebbe in maggiori entrate per 2,5 miliardi di dollari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS