Navigation

Usa, prove di voto in 5 Stati, un referendum su Trump

In Kentucky il governatore uscente Matt Bevin (a sinistra) è dato alla pari col democratico Andy Beshear. KEYSTONE/FR43398 AP/TIMOTHY D. EASLEY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2019 - 19:56
(Keystone-ATS)

L'America fa le prove generali a un anno dalle presidenziali del 3 novembre del 2020. In ben cinque Stati milioni di cittadini sono chiamati a rinnovare le istituzioni locali.

Ma il Supertuesday è inevitabilmente destinato a dare un'indicazione su quello che potrebbe accadere tra dodici mesi.

Si tratta del primo voto dopo l'avvio dell'indagine per impeachment contro il presidente, e dalla Virginia al Kentucky le elezioni non possono che trasformarsi in un vero e proprio referendum sull'operato di Donald Trump.

In gioco c'è soprattutto la tenuta di Trump negli Stati del sud che nel 2016, insieme a quelli industriali della Rust Belt, furono fondamentali per il suo trionfo, con oltre il 60% degli elettori che votarono per lui. Oltre al Kentucky, dove Trump vinse su Hillary Clinton con 30 punti di vantaggio, si elegge il governatore in Mississippi e in Louisiana, che tre anni furono facilmente conquistati dal tycoon rispettivamente con 17 e 20 punti di vantaggio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.