Navigation

Usa: purga Trump non si ferma, via sottosegretario Pentagono

Donald Trump ha chiesto le dimissioni del sottosegretario alla difesa John Rood. KEYSTONE/AP/Charles Dharapak sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 febbraio 2020 - 16:43
(Keystone-ATS)

Proseguono le purghe di Donald Trump che si estendono ora al Pentagono. Il prossimo alto dirigente a lasciare l'amministrazione sarà infatti il sottosegretario alla difesa John Rood, al quale secondo le indiscrezioni sui media è stato chiesto di dimettersi.

Rood, che era in carica dal 2018, è stato finora il principale consigliere del segretario alla Difesa Mark Esper e scrisse al Congresso una lettera che certificava gli sforzi fatti dall'Ucraina sul fronte della lotta alla corruzione, sforzi che giustificavano l'erogazione degli aiuti militari Usa a Kiev. Una versione, dunque, in contrasto con quella alimentata allora dal presidente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.