Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

IL CAIRO - Al-Azhar, la massima istituzione sunnita del Cairo, la Lega araba e i fratelli musulmani hanno condannato oggi il progetto di un gruppo evangelico americano di bruciare il Corano in occasione dell'11 settembre.
Secondo Al-Azhar, il progetto di bruciare il corano darebbe un duro colpo all'immagine degli Stati Uniti. Uno dei principali responsabili dell'università, Abdel el-Moati el-Bayoumi, ha fatto pressioni sul governo del presidente Barack Obama - che ha visitato il Cairo nel giugno del 2009 per un importante discorso di conciliazione verso il mondo musulmano - per fermare il progetto.
"Se il governo (americano) non riuscirà a fermare l'iniziativa, questo rappresenterà l'ultima dimostrazione di terrorismo religioso e rovinerà i rapporti degli Usa con il mondo musulmano", ha detto el-Bayoumi. E ancora: "questo rappresenterà una opportunità per il terrorismo. Lo vogliono combattere o incoraggiare?".
Da parte sua, il segretario generale delle Lega araba ha definito l'iniziativa di bruciare il corano del pastore americano Terry Jones come "l'opera di un fanatico".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS