Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due round da pugile contro il campione del mondo dei pesi massimi per Mitt Romney. Il 68enne candidato repubblicano alla Casa Bianca nel 2012 è stato preso a pugni da Evander Holyfield in un incontro-esibizione per beneficenza a Salt Lake City.

"La buona notizia è che Holyfield non colpisce mai al di sotto della cintura, cosa che in politica non sempre avviene", ha commentato al termine il miliardario già governatore del Massachusetts.

La serata è servita a raccogliere un milione di dollari per l'associazione Charity Vision, Ong impegnata nella lotta alla cecità nei Paesi in via di sviluppo.

"Grazie a quei fondi 40.000 persone potranno recuperare la vista", ha twittato Romney. Il match è stato puro spettacolo, fin dall'ingresso sul ring di Romney con accappatoio di seta rossa sulle note di "I will survive" (sopravviverò) di Gloria Gaynor.

"Stormin' Mormon" (il mormone d'assalto), come era stato ribattezzato per il match, ha badato più che altro a schivare i colpi al rallentatore del 52enne Holyfield.

L'angolo di Romney ha gettato la spugna al termine del secondo round, in cui Holyfield era stato messo per un attimo alle corde. Malgrado Romney abbia annunciato - a sorpresa- che non correrà per la Casa Bianca nel 2016, l'evento ha avuto grande richiamo.

"La cosa mi fa ridere", ha commentato la moglie Ann molto impegnata nella lotta alle malattie con la sua fondazione e che è anche salita sul ring prima del match, "Mitt può scrivere editoriali fantastici sull'accordo sul nucleare iraniano, e su quanto sia preoccupante, e nessuno se li legge. Ma se sale sul ring con Evander Holyfield, lo sa tutto il mondo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS