Navigation

Usa: scoperto tunnel-record dei narcos, da Messico a San Diego

Un punto d'accesso al tunnel a San Diego. Keystone/AP/ELLIOT SPAGAT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 gennaio 2020 - 08:24
(Keystone-ATS)

Gli agenti federali americani hanno scoperto il più lungo tunnel dei narcos lungo il confine sudoccidentale. Partendo da Tijuana, nella Baja California messicana, a circa 100 metri a sud del confine, entrava all'interno della città californiana di San Diego.

È stato scavato con cura, è lungo oltre 1,3 chilometri ed è dotato di ventilazione, elettricità, rotaie e di un sistema di carrelli e di montacarichi, per trasportare droga e altre merci di contrabbando fra il Messico e gli Stati Uniti.

"La sofisticatezza della struttura dimostra la determinazione e le risorse pecuniarie dei cartelli della droga", ha spiegato - citato da Cnn e da altri media internazionali - l'agente speciale John W. Callery della Drug Enforcement Administration (Dea).

Il tunnel è situato circa 25 metri sottoterra, è alto circa 170 cm e largo 70.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.