Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ha messo le ali ai titoli di Smith & Wesson, il più importante produttore di pistole a livello mondiale, la stretta sulle armi annunciata da Barack Obama. Le azioni hanno accelerato in Borsa con un guadagno del 12%, a quota 26,30 dollari.

La società ha previsto un'impennata delle vendite, con una corsa agli acquisti prima dell'entrata in vigore di restrizioni. Smith & Wesson ha registrato un aumento delle vendite dopo la strage di San Bernardino, in California, segnalando il tutto esaurito per i modelli di pistola più in voga e annunciando per il trimestre che terminerà a fine gennaio vendite comprese tra 175 e 180 milioni di dollari, in rialzo rispetto alla precedente stima di 150-155 milioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS