Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo mesi di continui insulti, epiteti, aggressioni verbali lanciate da una quindicina di compagne di scuola contro di lei sui social media, Rebecca A. S. non ce l'ha fatta più: a soli dodici anni, questa ragazzina di Lakeland in Florida, studentessa delle scuole medie, si è uccisa.

Un'altra vittima del bullismo su internet e tramite messaggini. Rebecca si è buttata dal tetto di una vecchia fabbrica di cemento a meno di un miglio da casa: "Non ce la faccio più", aveva confidato a un amico su internet, firmandosi nel suo ultimo messaggio "The dead girl".

Le frasi per mesi scritte contro di lei da ragazzine della scuola dicevano: "Sei propria brutta", "Ma che fai ancora viva?", "Perché non ti ammazzi?".

La madre le aveva fatto cambiare scuola, ma il bullismo l'aveva inseguita. La polizia della contea di Polck dove è avvenuta la tragedia sta indagano la possibilità di incriminare le adolescenti coinvolte per bullismo e ha sequestrato computer e cellulari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS