Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Svaligiata la casa del co-fondatore di Apple Steve Jobs a Palo Alto, in California. I ladri hanno sottratto computer e oggetti personali per oltre 60'000 dollari nella villa del genio della Mela, morto lo scorso ottobre all'età di 56 anni.

Secondo quanto riporta il San José Mercury News, la polizia ha arrestato il trentacinquenne Kariem McFarlin con l'accusa di furto e ricettazione, e ora l'uomo è detenuto in attesa di comparire in tribunale il prossimo 20 agosto. La sua cauzione, non ancora pagata, è stata fissata a 500'000 dollari. Il procuratore della contea di Santa Clara Tom Flattery ha spiegato come McFarlin probabilmente fosse ignaro del fatto che la casa apparteneva ad un personaggio di tale importanza, ma non ha chiarito se gli oggetti rubati lo scorso 17 luglio appartenessero a Jobs o a un altro membro della famiglia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS