Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un numero eccessivamente alto e sospetto di casi di cancro in una zona alla periferia di St Louis in Missouri (Usa) sta facendo scattare l'attenzione degli esperti dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) ed una class-action.

Gli 'scienziati-investigatori' esamineranno - secondo la rete Cbs - l'area che in passato venne utilizzata per lo smaltimento di scorie radioattive del programma nucleare americano.

Le scorie provenivano dalla azienda 'Mallinckrodt Chemical Company' di St Louis, assunta dal governo Usa per occuparsi dello smaltimento di uranio.

Ad oggi - secondo un gruppo di cittadini residenti nella zona che si chiama 'North County' - nell'area si contano almeno 2.700 casi di vari tipi di cancro che includono tumori alla tiroide, al cervello e il raro tipo all'appendice. Inoltre un numero abnorme di residenti soffre di malattie autoimmuni.

La North County è attraversata dal torrente 'coldwater creek', dove proprio in due punti accanto al corso d'acqua per decenni vennero sepolti migliaia di barili di materiale di risulta radioattivo.

"Quello che si sta manifestando davanti ai nostri occhi nel corso del tempo è un vero e proprio disastro ambientale - ha detto il responsabile sanitario della contea, Faisal Kahn - ma ci vorranno studi di anni per verificare i casi di cancro". Alcuni residenti intanto hanno lanciato una causa di gruppo contro la 'Mallinckrodt'.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS