Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un aereo in avvicinamento allo scalo di Phoenix ieri. Oggi, tutti i voli sono invece bloccati.

KEYSTONE/AP/MATT YORK

(sda-ats)

Decine di aerei sono rimasti a terra all'aeroporto di Phoenix, in Arizona, a causa del troppo caldo.

Oggi è prevista infatti una temperatura di 49 gradi centigradi, un grado in più della soglia di operatività degli aerei e per questo l'American Airlines è stata costretta a cancellare i voli in decollo nelle ore più calde e in particolare quelli operati con Bombardier Crj, che tollerano una temperatura massima di 48 gradi.

Gli aerei non possono volare se la temperatura è troppo alta perché il calore riduce la densità dell'aria e, di conseguenza, la capacità di portanza delle ali. In questo modo il motore deve fornire una maggiore spinta per essere in grado di decollare.

La temperatura di 49 gradi centigradi non è un record per Phoenix: il 26 giugno del 1990 si toccarono i 50 gradi.

SDA-ATS