Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un poliziotto di New York, Peter Liang, di origine cinese, è stato riconosciuto colpevole di omicidio colposo per aver sparato al buio contro un nero disarmato in una tromba della scale di un complesso residenziale a Brooklyn nel 2014. Rischia sino a 15 anni.

Gli attivisti che si battono per i diritti civili seguono con attenzione il caso perché raramente i poliziotti che uccidono o feriscono civili, soprattutto afroamericani, sono chiamati a risponderne: un tema anche di campagna elettorale, che divide i candidati democratici e repubblicani.

L'accusa ritiene che l'agente, reclutato da poco, abbia usato la sua pistola con noncuranza e non abbia fatto molto per aiutare la vittima dopo averla colpita. I difensori di Liang affermano invece che si sia trattato di un incidente e che il poliziotto stia diventando un capro espiatorio per altri casi analoghi rimasti impuniti, come quelli di Eric Garner a New York e di Michael Brown in Missouri, due neri uccisi nello stesso anno, con vivaci proteste nel Paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS