Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Montano le polemiche sulla morte del 18enne Israel Hernandez-Llach, muralista di origine colombiana da alcuni anni trasferitosi a Miami, in Florida. Il ragazzo, conosciuto come Reefa, stava facendo dei graffiti sul muro di un fast food abbandonato a Miami Beach.

Scoperto dalla polizia, si è dato alla fuga. Gli agenti lo hanno inseguito, intimandogli di fermarsi, ma sembra che il giovane abbia ignorato l'ordine, così lo hanno colpito al torace con il taser, la pistola che produce scariche elettriche. Reefa è stramazzato al suolo ed è poi morto in ospedale, forse per un arresto cardiaco.

Il caso è attualmente oggetto di un'inchiesta interna da parte della polizia di Miami, ma la famiglia del ragazzo chiede un'indagine indipendente, e definisce l'uccisione del teenager "un atto barbarico". Jorge Mercado, uno degli agenti coinvolti nell'episodio, è stato posto in congedo retribuito

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS