Si torna alla normalità in North Carolina dopo il passaggio di Arthur. Il primo vero uragano della stagione ha toccato terra, da categoria due, la notte scorsa e con venti che hanno superato i 160 km/h: ha lasciato oltre 20mila persone al buio e rovinato la festa a migliaia di vacanzieri che avevano scelto le spiagge della Carolina per passare il ponte del 4 luglio, giorno dell'Indipendenza.

Ma ora, l'allarme è cessato e si contano i danni che tuttavia questa volta sono stati contenuti. Nel frattempo Arthur è tornato categoria uno e si dirige verso Nord, portando pioggia forte da Washington fino al Massachusetts, passando per New York. Già da ieri il traffico aereo è andato in tilt con oltre mille voli cancellati su tutta la costa est e centinaia di ritardi.

Gli aeroporti di New York sono stati costretti a cancellarne quasi 400. Il tutto in un week-end in cui circa 41 milioni di americani si sono messi in viaggio per il 4 luglio. A causa della pioggia, diverse città hanno dovuto anticipare o posticipare i tradizionali fuochi d'artificio per festeggiare il giorno dell'Indipendenza. Per ora a New York dovrebbero svolgersi come programmato questa sera sull'East River.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.