Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Le vendite di case nuove negli Stati Uniti sono scese in maggio del 33% al tasso annualizzato di 300'000 unità, lo riporta l'agenzia Bloomberg. Si tratta del livello piu' basso da quando il Dipartimento del Commercio ha iniziato a raccogliere i dati nel 1963.
La flessione è superiore alle attese degli analisti e - secondo gli osservatori - mostra chiaramente come il mercato immobiliare sia ancora sotto pressione e dipendente dagli aiuti pubblici. gli esperti si attendevano una contrazione del 20,6% a quota 400.000 unità a causa della fine del programma di incentivi all'acquisto della prima casa varato dall'amministrazione Obama e scaduto il 30 aprile scorso.
In base ai dati diffusi anche i prezzi medi risultano in brusco calo: -9,6% a 200.900 dollari rispetto ai 222.300 di maggio 2009.

SDA-ATS