Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Addio processi a chi ha collaborato alle 'rendition' di sospetti terroristi. In nome della tutela del 'segreto di Stato', una corte d'appello californiana ha cancellato il processo a carico di una linea aerea accusata di aver aiutato la Cia a svolgere i famigerati voli segreti su cui viaggiavano presunti terroristi catturati senza un regolare mandato del giudice, secondo il programma cosiddetto di 'rendition'.
La decisione, presa di misura, sei giudici contro cinque, accoglie così una richiesta dell'amministrazione Obama di farla finita con queste inchieste, evitando così di portare sotto processo uomini coinvolti in queste operazioni sotto copertura.
Il Giudice della Corte, Raymond Fisher ha detto che questo caso presentava "un doloroso conflitto tra i diritti umani e la sicurezza nazionale". Ma alla fine a protestare sono le associazioni a sostegno dei diritti civili, sempre più deluse dalle posizioni della nuova amministrazione. Il processo bloccato ieri dalla Corte d'Appello era contro la filiale della Boeing Jeppesen Dataplan, denunciata, tra gli altri, dall'etiope Binyam Mohammed, un sospetto terrorista liberato da Guantanamo in Gran Bretagna lo scorso febbraio. L'uomo aveva affermato di esser stato trasportato segretamente in Marocco dove è stato torturato nel 2002, poi a Kabul in Afghanistan nel 2004 prima di finire nella base-prigione per sospetti terroristi nell'isola di Cuba.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS