Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Piccolo scandalo negli Stati Uniti: George Washington, il fondatore della nazione, l'uomo senza macchia "che diceva sempre la verità'", il 5 ottobre 1789 prese in prestito due libri dalla biblioteca di New York che non restituì mai. Ad oggi dovrebbe pagare una multa di 300.000 dollari per il ritardo, ma i bibliotecari sono piu' interessati a recuperare i tomi.
Il primo, "Law of Nations", è un testo di relazioni internazionali; il secondo è una raccolta di dibattiti della Camera dei Comuni della - in teoria - odiata Gran Bretagna. Nel registro dei prestiti Washington neanche appose il suo nome. Un suo aiutante si limito' a scrivere "il presidente".

SDA-ATS