Navigation

Usa 2012: nuovo scandalo sessuale minaccia corsa Herman Cain

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 novembre 2011 - 07:17
(Keystone-ATS)

Nuovi guai per il candidato nero alla nomination repubblicana per la Casa Bianca Herman Cain: una donna d'affari di Atlanta ha oggi affermato pubblicamente di aver avuto con lui una relazione sentimentale di 13 anni, finita appena pochi mesi fa, quando Cain ha lanciato la sua sfida per le presidenziali del 2012.

Secondo quanto ha raccontato in un'intervista la donna, che si chiama Ginger White, la relazione extraconiugale è iniziata alla fine degli anni '90, quando Cain era a capo dell'associazione nazionale di ristoratori.

"Sapevo che era sposato e sapevo anche che la nostra era una relazione molto impropria", ha detto la White. Nel corso della relazione, ha raccontato ancora la donna, Cain l'ha riempita di regali e non l'ha mai maltrattata o molestata.

Inizialmente, ha aggiunto la White, non intendeva rendere pubblica la loro storia, ma poi ha cambiato idea in seguito allo scandalo scoppiato alcune settimane fa, quando è emerso che Cain aveva molestato quattro donne alcuni anni prima dell'inizio della loro relazione.

In particolare, ha detto, si è sentita infastidita dalla reazione del suo ex amante. "Mi ha irritato il modo in cui (le quattro donne) sono state demonizzate. Sono state trattate come se fossero automaticamente delle bugiarde", ha detto, aggiungendo di essere "dispiaciuta per loro".

Pur ammettendo di conoscere Ginger White, Cain ha affermato di non aver avuto con lei alcuna relazione sentimentale. In un comunicato ha sostenuto che gli americani sono stanchi "della politica sporca" e che le insinuazioni contro di lui vengono tirate in ballo dai suoi oppositori politici che "temono una presidenza Cain". Pertanto, ha aggiunto, la sua corsa verso la Casa Bianca continua.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?