Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I pirati informatici hanno attaccato i database elettorali di 10 Stati americani: lo hanno rivelato diverse fonti delle forze dell'ordine a Cbs News.

Inizialmente sembrava che gli hacker avessero tentato di colpire soltanto i sistemi di Arizona e Illinois. I funzionari governativi sono sempre più preoccupati che l'episodio confermi gli sforzi della Russia di disturbare o influenzare le elezioni presidenziali. Inoltre, gli esperti si aspettano altri attacchi informatici da qui all'8 novembre che prendano di mira i sistemi per la registrazione degli elettori.

"Il vero pericolo è se riusciranno a cancellare le registrazioni degli elettori", ha spiegato Herbert Lin, ricercatore di cyber-sicurezza al Stanford University's Center for International Security and Cooperation.

"Pensiamo per esempio che vogliano intervenire a favore di Trump - ha proseguito - Potrebbero trovare un modo per invalidare le registrazioni degli elettori, ad esempio cancellando quelle del 10% dei cittadini democratici di uno Stato. Questo vorrebbe dire che quel 10% non potrebbe più votare".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS