Navigation

Usa 2102: Romney 'contro' Ryan, accordo su debito fu errore

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2012 - 07:14
(Keystone-ATS)

L'accordo bipartisan dell'agosto 2011 tra Casa Bianca e repubblicani al Congresso per innalzare il tetto del debito pubblico ed evitare così il default "è stato un grande errore": lo ha detto il candidato repubblicano alla presidenza, Mitt Romney, scagliandosi così contro un'intesa che all'epoca il suo vice Paul Ryan sostenne con forza come presidente della Commissione Bilancio della Camera dei Rappresentanti.

"Ho sempre pensato che è stato uno sbaglio - ha detto Romney - e penso che fu un errore dei repubblicani andare dietro a questo accordo".

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?