Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli esteri cinese Wang Yi con il segretario di stato americano Rex Tillerson.

KEYSTONE/EPA GETTY IMAGES POOL/LINTAO ZHANG / POOL

(sda-ats)

Il segretario di Stato americano Rex Tillerson è giunto a Pechino, ultima tappa del primo viaggio in Asia orientale, cominciato con Giappone e Corea del Sud.

Durante la permanenza in Cina di poco più di un giorno, il capo della diplomazia Usa incontrerà il presidente Xi Jinping, il premier Li Keqiang, il consigliere di Stato Yang Jiechi e il ministro degli Esteri Wang Yi.

Tra le questioni primarie in agenda, i programmi nucleari e missilistici della Corea del Nord e i preparativi del vertice tra Xi e il presidente Donald Trump atteso, nelle indiscrezioni dei media statunitensi, agli inizi di aprile, forse il 6 e il 7.

La Cina ha messo in guardia dal rischio di "scontro frontale" tra Corea del Nord da un lato e, Corea del Sud e Stati Uniti, dall'altro, invitando al compromesso: ieri, nel passaggio a Seul, Tillerson ha detto che avrebbe aumentato la pressione su Pyongyang lasciando tra le opzioni quella militare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS