Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Oggi, con l'apertura delle nostre ambasciate e la visita del ministro degli Esteri (di Cuba ndr), stiamo effettuando un passo storico e da tempo atteso nella giusta direzione".

Lo ha detto il segretario di Stato Usa John Kerry in conferenza stampa con l'omologo cubano Bruno Rodriguez, "per continuare a procedere entrambi i governi devono avere uno spirito di apertura e mutuo rispetto".

"Celebriamo questo giorno, il 20 luglio, come il momento in cui si comincia a riparare ciò che si era rotto e ad aprire ciò che per troppo tempo era rimasto chiuso", ha detto ancora Kerry, che ha poi sottolineato come questo punto di svolta non rappresenta il superamento di tutte le differenze tra Usa e Cuba, "ma sottolinea che la Guerra Fredda è finita da tempo e che il modo migliore di perseguire gli interessi di entrambi i Paesi è con il coinvolgimento e non con l'isolamento".

Sollecitato poi da domande sulla rimozione dell'embargo verso Cuba, il segretario di Stato Usa ha sottolineato come la speranza sia che le restrizioni vengano revocate, appena opportuno, ricordando che lo stesso presidente americano Barack Obama ha invitato il Congresso a sollevare l'embargo.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS