Navigation

Usa-Russia: Start; raggiunto accordo di principio

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 febbraio 2010 - 07:26
(Keystone-ATS)

WASHINGTON - Stati Uniti e Russia avrebbero raggiunto "un accordo di principio" nei negoziati START sulla riduzione degli arsenali nucleari, sostiene il Wall Street Journal online citando fonti della amministrazione Obama.
Le due parti avevano detto nei giorni scorsi di essere ormai molto vicine ad un accordo anche se restavano alcuni dettagli ancora da definire.
Secondo il Wall Street Journal la negoziatrice Usa Rose Gottemoeller si sarebbe recata ieri a Ginevra, sede dei colloqui, per dare il suo contributo alla stesura della bozza finale del testo dell'accordo, destinato a sostituire lo Start-1 scaduto il 5 dicembre ma prolungato per intesa di Mosca e Washington.
Si tratta adesso di trasformare l'intesa raggiunta in linea di principio "in linguaggio da trattato", hanno riferito le fonti Usa.
"Possono esserci ancora dettagli da calibrare - ha detto la fonte - ma i problemi principali, dal nostro punto di vista, sono stati risolti".
L'accordo abbasserebbe il tetto per le testate nucleari da 2200 a una gamma tra 1500 e 1675 mentre i vettori nucleari sarebbero ridotti ad una gamma tra 700 e 800.
I nodi principali ancora da risolvere sarebbero stati sciolti da un viaggio a Mosca del consigliere per la sicurezza nazionale James Jones.
Secondo il quotidiano la stesura del testo dell'accordo potrebbe richiedere un tempo variante da una settimana a un paio di mesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.