Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Consiglio federale mantiene la bocca cucita dopo l'odierna decisione del Tribunale amministrativo federale riguardante la domanda di assistenza amministrativa rivolta dagli Stati Uniti alla Svizzera. Il portavoce André Simonazzi si è limitato a comunicare che il governo "prende atto della sentenza".
Nel contempo ha precisato in una nota che, per l'approvazione dell'accordo con gli Stati Uniti, "il Consiglio federale si è basato sul parere di diversi esperti". Il governo discuterà la questione durante la seduta di mercoledì prossimo, "dopo una prima analisi del Dipartimento federale di giustizia".
I dipartimenti della presidente della Confederazione Doris Leuthard (economia) e dei consiglieri federali Hans-Rudolf Merz (finanze) ed Eveline Widmer-Schlumpf (giustizia e polizia) non hanno invece ancora voluto prendere posizione. L'ufficio federale di giustizia ha comunque preannunciato un comunicato ancora per oggi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS