Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È cominciata questo pomeriggio a Berna la manifestazione di protesta contro "il dumping salariale e il furto delle rendite". L'Unione sindacale svizzera (USS) vuole così inviare un segnale chiaro contro l'aumento dell'età di pensionamento e la precarizzazione delle condizioni di lavoro.

Tre cortei, partiti da diversi punti della città, stanno confluendo verso Piazza federale. In precedenza, nei luoghi di ritrovo i sindacati che partecipano all'evento hanno avuto la possibilità di organizzare azioni di protesta specifiche.

Il Sindacato del personale dei trasporti (SEV) ha messo in guardia contro l'introduzione della rendita variabile alle FFS. Il Sindacato dei servizi pubblici (SSP/VPOD) ha protestato contro la politica di austerità e i membri di Syndicom (media e comunicazione), davanti alla sede della Posta, hanno criticato la soppressione di impieghi.

La manifestazione ha provocando disagi nel centro cittadino. La polizia ha infatti bloccato varie strade, come per esempi quella davanti alla stazione centrale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS